Mark Cavendish: o era Patrick Lefevere e Deceuninck-QuickStep o ho smesso di correre

Mark Cavendish ha rivelato che si sarebbe ritirato dal ciclismo professionistico alla fine del 2020 se non si fosse assicurato un contratto di un anno con Abbigliamento Ciclismo Deceuninck-QuickStep. In un estratto dall’ultima autobiografia di Cavendish, parla anche di Rod Ellingworth e di come il suo ex capo squadra avesse smesso di credere in lui dopo un deludente 2020.

Il velocista accenna anche allo scarso rapporto che aveva con Doug Ryder affermando che: “Una stagione 2017 spazzata via dal virus Epstein-Barr, la consapevolezza nel 2018 che non mi era mai stato dato il tempo di riprendermi, un team manager che disprezzavo, depressione clinica: una ricetta facile da seguire per la disintegrazione totale.

Leave a Comment