Lo scozzese Mark Stewart trasforma il soggiorno COVID-19 nella vittoria della New Zealand Cycle Classic

Lo scozzese Mark Stewart ha vinto la prima corsa a tappe classificata UCI del 2022, conquistando la maglia gialla al New Zealand Cycle Classic dopo che lui e i suoi compagni di squadra Bolton Equities Black Spoke hanno dominato i cinque giorni di gare intorno a Wellington e nell’Isola del Nord.

Il team Black Spoke ha preso il controllo della gara vincendo la cronometro a squadre di apertura di 22 secondi, prima che Stewart vincesse la quarta tappa sul ripido traguardo di Te Wharau Hill e il compagno di squadra Regan Gough vincesse la tappa finale del circuito intorno alla capitale.

George Bennett faceva parte di una squadra nazionale neozelandese che includeva anche Shane Archbold, ma il pilota dell’UAE Team Emirates ha utilizzato la gara come test iniziale della sua forma invernale prima di lavorare verso un picco di inizio stagione Abbigliamento Ciclismo UAE, dove supporterà Tadej Pogacar. Bennett ha cercato di animare la gara ed è arrivato quarto assoluto a 56 secondi.

Stewart ha detto ai media locali di aver viaggiato in Nuova Zelanda per un mese nel 2020 per vedere la sua partner Emma Cumming, ma che ha finito per rimanere mentre si sviluppava la pandemia di COVID-19. Stewart ha vinto una medaglia d’oro nella corsa a punti ai Giochi del Commonwealth 2018, ma poi è stato escluso dal programma della Gran Bretagna. Aveva smesso di correre ma ha trovato una nuova attenzione dopo aver visto il New Zealand Cycle Classic del 2021.

«Sono venuto per un mese, che ci crediate o no», ha detto Stewart secondo Stuff.

“Sono venuto con uno zaino per un mese e poi il Covid ha colpito, British Cycling mi ha lasciato cadere, quindi ho pensato che sarei rimasto un altro paio, e alla fine sono stati due anni.

“Un anno fa ho corso questa gara. Non ero in condizioni di gara ma era una delle mie gare preferite, i percorsi sono fantastici. Correre per la capitale, che esperienza, quindi ho pensato che mi sarebbe piaciuto tornare l’anno prossimo e rispettare questa gara e provare a vincerla. E spesso non va secondo i piani».

Stewart si è assicurato un posto con il team Black Spoke Continental per il 2022 e spera di correre in Europa più avanti nella stagione.

«Che giorno è oggi? Il nono? Sono passati nove giorni, quindi è un buon inizio per il nuovo lavoro», ha scherzato.

“Se è così che abbiamo iniziato l’anno, ci siamo posti lo standard. Ma è proprio per questo che hanno coinvolto ragazzi come me e Regan.

«Siamo venuti per fare affari, siamo qui per guidare e allenarci duramente, e siamo qui per farlo in modo onesto e integrale, e speriamo che i risultati arrivino».

Leave a Comment