Lucinda Brand, Laurens Sweeck più veloce all’X2O Trophy Flandriencross

Chiunque cerchi di scommettere sui campionati mondiali di ciclocross di Fayetteville dovrebbe tenere d’occhio le «corse di cross» di questo fine settimana.

L’X2O Trofee Flandriencross di sabato e il round di Coppa del Mondo di domenica a Hoogerheide fanno le ultime gare prima che il gruppo europeo si rechi in Arkansas per correre per le fasce arcobaleno il prossimo fine settimana.

Lucinda Brand (Trek Baloise Lions) ha ottenuto la sua 17a vittoria stagionale alla gara X2O sabato mentre continua a schiacciare la «scena incrociata» di questo inverno. La campionessa del mondo in carica sembrava in genere inarrestabile con la sua vittoria in solitaria, e la maglia iridata è senza dubbio sua da perdere il prossimo fine settimana.

Il compagno di squadra di 19 anni di Brand, Shirin van Anrooij, ha vinto una dura battaglia con Denise Betsema (Pauwels Sauzen-Bingoal) per conquistare il secondo posto.

I migliori favoriti del mondo maschile Eli Iserbyt (Pauwels Sauzen-Bingoal) e Tom Pidcock (Abbigliamento Ciclismo Ineos Grenadiers) hanno partecipato a una lotta a quattro nella loro gara, che il corridore Pauwels Sauzen-Bingoal Laurens Sweeck ha vinto con uno sprint finale muscoloso.

Pidcock stava spingendo forte nell’ultimo giro quando una caduta su una curva fangosa lo ha portato fuori dai giochi.

Brand è uscito dal gruppo al terzo giro della gara femminile dopo aver trascorso i primi giri a duellare con la sfidante Betsema.

Betsema ha guidato l’inseguimento dietro la campionessa del mondo in carica, ma non è stato possibile fermare Brand mentre è arrivata all’ennesima vittoria e mantiene il suo vantaggio nella serie X2O.

Van Anrooij si è allontanato dal resto degli inseguitori dietro Brand e Betsema al 4° giro, si è agganciato alla ruota di Betsema subito dopo e poi ha calciato oltre. Betsema ha recuperato la sua giovane rivale nel circuito finale solo per van Anrooij che ha battuto la sua maggiore negli ultimi 100 metri per segnare il secondo posto.

Né la dinamo cross-disciplinare Marianne Vos (Abbigliamento Ciclismo Jumbo-Visma) né Clara Honsinger (Cannondale-Cyclocrossworld) stavano gareggiando.

La gara maschile è iniziata subito dopo la fine delle donne.

Aerts ha preso l’holeshot e si è allontanato dal gruppo al giro 2. I compagni di squadra Iserbyt e Sweeck hanno condotto il gruppo di inseguitori una dozzina di secondi dietro, mentre Pidock ha lavorato lentamente nel traffico dopo una partenza lenta dalla griglia.

Pidcock si è unito alla coppia di Pauwels Sauzen a metà gara e si è messo all’inseguimento di un Aerts che svaniva rapidamente, mentre Iserbyt ha iniziato a rallentare.

La parte anteriore della gara si è riunita al giro 6 di 9. Pidcock ha iniziato a fare pressione su Aerts e Sweeck solo per perdere il contatto poiché sembrava alle prese con un problema con la moto. È tornato a Iserbyt dopo un rapido cambio di bici e la giovane coppia è arrivata in testa con Sweeck e Aerts nel penultimo round.

Pidcock ha iniziato ad aumentare il ritmo nel quartetto di testa all’inizio dell’ultimo giro solo per scivolare su una curva unta e perdere il contatto con il gruppo. Sweeck e Aerts si sono allontanati nella metà posteriore del circuito prima che Sweeck migliorasse il pilota Trek Baloise con un forte sprint.

Aerts mantiene il suo forte vantaggio su Iserbyt nella classifica X20 con il suo secondo posto, mentre Pidcock ha tagliato il traguardo quinto dietro a Iserbyt e Lars van der Haar (Trek Baloise Lions).

Le corse riprendono domenica a Hoogerheide. Da lì, tutti i voli portano a Fayetteville.

Leave a Comment